CORSI E SEMINARI 2019
ONLINE TUTTI I PROGRAMMI
CORSI E SEMINARI 2019
ONLINE TUTTI I PROGRAMMI
13 marzo - 5 giugno 2013
Insegnanti Michela Embrìaco e Tania Faes

Otello è la tragedia della diversità, dell'impossibilità dell'amore e dell'inganno.

Sono stati indagati i temi principali presenti nel testo shakespeariano, che saranno sviluppati attraverso l’improvvisazione teatrale. Nel processo un ruolo importante occupa l’emozione, cuore dell’intreccio e della relazione tra i personaggi.



La poetica di riferimento è quella del teatro di ricerca, dove accanto al lavoro sulla voce e sul corpo si affrontano diversi linguaggi espressivi come la scrittura creativa e la costruzione della maschera.

Il percorso è diviso in 3 momenti:

 - principi generali di training corporeo e vocale e sperimentazione dei linguaggi;

 - studio del testo, analisi e scelta del personaggio;

 - improvvisazione e messa in scena.

Il laboratorio si concluderà con la messa in scena di uno spettacolo-studio.

La scelta del luogo dove si svolgerà la performance sarà fatta in corso d’opera e potrà essere in teatro, all’aperto o in spazi alternativi.

 

PERSONAGGI PRINCIPALI

IAGO

E’ diabolico, manipolatore, è uno scellerato che vede il male nella natura, negli uomini, in sé stesso, è un artista della frode, pianta i semi della malvagità e ne prova soddisfazione, è considerato il regista della tragedia (racconta, suggerisce, organizza le scene, imposta i ruoli). Jago è l'invidia. La sua apparente onestà e il suo fascino aumentano il suo potere di inganno; è in grado di mutare aspetto a seconda della persona che ha di fronte per meglio ingannarla e dominarla.

OTELLO

Guerriero straniero, nobile moro al servizio della Repubblica, figura forte e leale, semplice nel portamento e nel gesto, il suo comando è imperioso, il suo giudizio pacato. Utilizza un linguaggio elevato fino a che Jago non pronuncia la parola ”gelosia” dopo la quale Otello subisce una repentina trasformazione. Otello attraversa le più terribili torture del cuore umano, il dubbio, il furore, la gelosia, l'abbattimento.

DESDEMONA

Adolescente veneziana, ha la grazia della gioventù e della bellezza. E’ una figura armonica con un grande sentimento d'amore di purezza, di nobiltà, di mansuetudine, di ingenuità, di rassegnazione. Indipendente, rompe con i ruoli della società veneziana e va contro la morale dell'epoca, coraggiosa, vittima della tragedia.

 EMILIA

E’ disillusa nei confronti della vita. E’ onesta. Ammira Desdemona per la su purezza e per il suo coraggio. Odia Jago e lo teme ne subisce le violenze e il dominio. Solo con la morte dell'amica trova la forza per ribellarsi e per rivelare le infamie con tutta la forza e il coraggio.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok Rifiuta