Intreccia i  percorsi formativi di educatrice professionale e operatrice in Teatroterapia tenendo al centro del suo pensiero l'attenzione alla Persona, alla possibilità di cambiamento, di superamento di sé stessi come motore di benessere.

Nel 2000 si avvicina al teatro e frequenta corsi e laboratori sperimentando la forza del linguaggio artistico come  luogo in cui l'esperienza emotiva interiore si trasforma in azione creativa.  Frequenta il corso annuale della Compagnia teatrale GAD città di Trento, il laboratorio teatrale universitario di Verona, il corso annuale di tecniche artistiche a mediazione culturale, condotto da Gabriel Maria Sala a Verona.

Si laurea in Scienze dell'Educazione nel 2005 con una tesi dal titolo ll vissuto corporeo nell'esperienza schizofrenica. Ponte tra la realtà interna e la realtà esterna. Al centro della sua ricerca c'è il linguaggio corporeo, come fonte di conoscenza, come luogo originario dell'esperienza conoscitiva ed emozionale. 

Dal 2001 lavora come educatrice professionale facendo molteplici esperienze nel mondo sociale, centro per minori, strutture residenziali, centri diurni per persone con disagio psichico e disabilità psico-fisica e scuole all'interno dei gruppi BES, maturando consapevolezza verso la necessità di possedere, oltre che empatia e vicinanza verso le persone che soffrono, strumenti capaci di creare una relazione autentica, mediata e protetta. Si interessa alle artiterapie, alla Musicoterapia in particolare, seguendo seminari e Convegni organizzati e condotti presso l'Università di Verona.

Dal 2007 al 2009 frequenta la Scuola di Teatroterapia, diretta da Walter Orioli, diplomandosi con una tesi dal titolo Lo spett-Attore in Teatroterapia.

In questi anni incontra Michela Embrìaco e trova terreno fertile dove sperimentare e acquisire tecniche del teatro di ricerca, sia dal punto di vista teorico che pratico, lavorando sulla costruzione del personaggio, sull'azione creativa ed estetica.

Accanto a questo percorso formativo pratica Karate Shotokan, antica disciplina orientale, volta a sviluppare le abilità psico-fisiche della persona, con la finalità di incrementare la capacità di unire respirazione, energia mentale e dinamica del corpo.

Conduce e propone percorsi  laboratoriali di teatroterapia e teatro e linguaggi creativi all'interno di cooperative e in collaborazione con associazioni che si occupano di disagio, la cooperativa sociale Nikolayewka di Brescia, l'associazione onlus Il Chiaro del Bosco di Salò, la cooperativa socialeVilla Maria di Rovereto, la cooperativa sociale C.S.4. Dal 2012 collabora con l'associazione onlus Millepiedi proponendo laboratori di teatroterapia rivolti a giovani e adulti con disagio psico-fisico.

E' co-fondatrice dell'associazione Multiversoteatro e dal 2013 vice presidente e responsabile didattica. Propone e conduce seminari e percorsi di Teatroterapia in collaborazione con Michela Embrìaco, è aiuto-regia di Hansel e Gretel, performance sulla fiaba, percorso sensoriale con una prova da affrontare e di Wonderland. Alice nel paese delle meraviglie, spettacolo nato da un progetto di Teatroterapia nella Casa di Riposo di Tesero.

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok Rifiuta